FM 24 LA CROAZIA DI DALIC AD EURO'24

30.05.2024
by Nicola Orlandini

Introduzione

Nato a Livno il 26 ottobre 1966, nell'allora Bosnia ed Erzegovina, Zlatko Dalić è stato un discreto calciatore a livello nazionale, di ruolo centrocampista difensivo ed ora Ct della Croazia. Giocherà soltanto in patria fino al 2000, anno in cui dal campo passerà alla panchina del NK Varaždin in qualità di assistente.

In Croazia resterà 10 anni sulle panchine di NK Varaždin, Croazia U21, Rijeka, Slaven Belupo (ed un anno in Albania alla guida della Dinamo Tirana). Dopo di che allenerà in Arabia e negli EAU.

Dal 2017 diventerà il commissario tecnico della Croazia. L'inizio sarà subito in salita perché in due soli giorni il CT Zlatko Dalić dovrà preparare la sfida con l'Ucraina, il cui esito deciderà chi arriverà seconda e quindi giocherà i play-off nel Gruppo I valevoli per i Campionati Mondiali di Russia 2018.

Dopo un altro Europeo e Mondiale giocati, Dalic si appresta a disputare l'ennesima competizione europea in Germania. Scopriamo come schiererà in campo la Croazia ad Euro'24 con quest'analisi tattica e la ricreazione dell'emulazione tattica per Football Manager 24.

Sistema di gioco

Il sistema di gioco della Croazia è il 4-3-3 e, come detto in precedenza, non ci sarà nessun stravolgimento soprattutto dei singoli ruoli da parte di Dalić, il quale non cambierà il modo di interpretarlo da parte dei suoi giocatori nelle rispettive squadre di club, seppur con diverse sfumature tattiche differenti.

La Croazia può vantare un centrocampo di livello tecnico incredibile con Modrić, Rakitić, Brozović, Kovačić e degli esterni forti e molto importanti nelle uscite dal pressing con lanci lunghi.

Costruzione e sviluppo

La squadra di Dalić, prova a costruire l'azione partendo dal basso. Il mediano si abbassa sulla linea dei centrali di difesa, con i quali va a formare una linea a tre. 

I terzini si allargano per dare ampiezza. Un centrocampista si posiziona sul centrosinistra e l'altro si alza vicino alla punta per non schiacciare troppo la squadra. 

L'esterno sinistro, che rimane spesso largo, insieme all'attaccante sono i due giocatori che danno profondità alla Croazia. Molto importante è il lavoro dell'esterno destro della Croazia, il quale si accentra e abbassa per dare una soluzione di passaggio.  

A questo punto l'esterno destro, una volta ricevuta la verticalizzazione, crea insieme a al centrocampista vanzato e al terzino destro un tre contro due in quella zona del campo.

Rifinitura e finalizzazione

L'obiettivo della Croazia è quello di fare in maniera che i centrocampisti, possano ricevere e giocare palloni nella metà campo avversaria. Dalić chiede al proprio centrocampo di mettere in condizione l'esterno sinistro ed i due terzini, di crossare o di provare l'uno-contro-uno sulla fascia.

L'esterno destro in questa fase del gioco tende ad accentrarsi e a stare più vicino possibile alla punta favorendo le sovrapposizioni del terzino destro della Croazia.

La squadra di Dalić attacca soprattutto la difesa avversaria con dei cross in area i quali vengono effettuati dai terzini o dall'esterno sinistro.

Le costanti che notiamo in codeste situazioni di gioco sono relative ai movimenti in area avversaria dell'attaccante e degli esterni della Croazia. Indipendentemente da dove provenga il cross, il centravanti attacca sempre il primo palo mentre l'esterno destro attacca la zona del dischetto. L'esterno sinistro, invece, attacca il secondo palo solo se il cross proviene dall'altra corsia.

Dalić si affida molto all'abilità di lettura dell'azione del giocatore che crossa. Non viene cercata una determinata zona dell'area, ma, in base al piazzamento e al movimento avversario, il giocatore decide come crossare. Ad esempio, se la linea si abbassa molto, il cross può essere all'indietro, indirizzato al giocatore che attacca il dischetto.

Quando sarà l'esterno sinistro della Croazia a trovarsi uno-contro-uno, grazie alle sue qualità, oltre al cross potrà tentare di saltare l'uomo e andare direttamente al tiro.

I centrocampisti centrali non si inseriscono sui cross e rimangono appostati fuori area.

Fase di non possesso

La Croazia in fase di non possesso cerca di aggredire i rivali, esercitando una pressione orientata nella metà campo avversaria. Orientata perché cerca di portare l'avversario da un lato del campo per poi andare ad aggredire e chiudere ogni linea di passaggio corto. La difesa della squadra di Dalić cerca di stare più alta possibile.

L'emulazione tattica della Croazia ad Euro '24 in Football Manager 24

L'emulazione tattica della Croazia ad Euro '24 in Football Manager 24 prevede un 4-3-3 con stile tiki-taka verticale e mentalità positiva. L'ampiezza d'attacco è stretta con palla giocata negli spazi partendo dal basso e sfruttando il centro con sovrapposizione dei terzini.

Nella schermata di transizione si fa pressing a tutto campo ma quando si riconquista il pallone manteniamo il possesso. Nella schermata di non possesso la linea difensiva è alta così come quella di pressing che risulta intenso. Si disturba la costruzione avversaria e si sta alti facendo il fuorigioco e indirizzando sui lati.

Per quanto riguarda i ruoli in FM24 il portiere è un portiere libero supporto i due difensori sono classici. Il terzino sinistro è fluidificante supporto con indicazione stai largo e vai avanti mentre a destra c'è un esterno completo attacco. Il mediano è un centromediano metodista e a centrocampo ci sono due registi, uno arretrato e uno avanzato. L'esterno sinistro è un'ala invertita su attacco e a destra c'è un regista avanzato supporto con indicazione stai stretto e libertà di movimento. L'attaccante è un centravanti.

I risultati dell'emulazione tattica della Croazia ad Euro'24 in Football Manager 24

Come in ogni mia emulazione tattica per Football Manager la testo per voi e in questo caso ho provato proprio a giocare Euro 24 con i gironi ufficiali. Le convocazioni le ho lasciate all'IA.

La Croazia vincerà Euro'24 perdendo solo una partita del girone contro l'Italia e vincendo contro Spagna e Albania 4-2 e 2-1. Nel secondo turno eliminerà la Svizzera con il risultato di 3-1 poi batterà Inghilterra e Francia 2-1 e 1-0 per poi conquistare la finale contro la Scozia con il risultato di 4-2.

I gol totali della Croazia ad Euro'24 saranno 15, seconda forza della competizione, con un possesso palla al 57%. Gli Xg saranno 13,82 con 31 occasioni create. I gol subiti saranno 8.

Kramaric sarà il cannoniere della Croazia con 3 gol poi a 2 Budimir e Petkovic. Per gli assist il solito Modric sarà il migliore a 3.