IL CALCIO DEL LOCO BIELSA

19.02.2024

Introduzione

O lo odi o lo ami. Pochi trofei ma molte teorie che hanno fatto la storia del calcio e riprese anche da grandi come Guardiola. Bielsa a conquistato trofei infatti solo in Argentina con il Newell's Old Boys e Velez, mentre in Europa ha spesso fallito a livello di risultati ad eccezion fatta del Marsiglia e Athletic Bilbao. Non che qui abbia portato in bacheca trofei, ma forse sono le uniche due squadre dove è riuscito a mostrare i suoi ideali calcistici.


In ambito nazionali invece con il Cile ha dato il meglio di se mentre con l'Argentina ha conquistato un'Olimpiade. El Loco, così chiamato per il suo carattere burrascoso, non è però a casa anche un professore infatti Bielsa è noto per la visione e la raccolta di numerosi filmati di partite di calcio, con i quali analizza e studia ogni singolo giocatore, avvalendosi anche di programmi statistici e altri strumenti tecnologici in fase di preparazione delle partite. Tattico ossessivo, ha fatto del gioco dinamico ed offensivo, adottando il modulo 3-3-1-3 con la variante del 3-3-3-1, un vero e proprio dogma.

Nel modulo introdotto dal tecnico argentino e suo autentico marchio di fabbrica, utilizzando calciatori in grado di interpretare al meglio le fasi sia difensiva che offensiva, e stabilisce superiorità numerica in ogni parte del campo, dal momento che con tale schieramento la squadra può difendere con sette giocatori, attaccare con altrettanti o cercare di mantenere il risultato con sei uomini a centrocampo.

Costruzione

In questa fase i terzini si alza sulla linea mediana ma restano sempre larghi, il centromediano metodista si avvicina ai due centrali difensivi e il regista di centrocampo si abbassa. L'altro centrocampista ancora stazione nel centrocampo. Le due ali invertite si alzano in linea con l'attaccante.

Sviluppo

Nello sviluppo dell'azione il centromediano metodista resta dietro insieme ai due difensori centrali, 3, i due terzini si accentrano vicino al regista arretrato, 3, l'altro centrocampista si porta nella trequarti e le due ali invertite si stringono. In base alla sua posizione si forma il 3-3-3-1 se sono sulla linea della trequarti oppure il 3-3-1-3 se allineati alla punta.

Finalizzazione

Le squadre di Bielsa cercano di concludere l'azione con rapidi scambi stretti e di posizione cercando l'imbucata giusta.


L'alternativa, quando le ali restano larghe, sono i cross.

Fase di non possesso

La fase di non possesso delle squadre del Loco è caratterizzata da una pressione alta durante la costruzione avversaria schierandosi con un 4-3-3 grazie alle due ali invertite che si alzano con la punta.


Man mano che gli avversari si avvicinano alla propria area di rigore la squadra si schiera con un 4-1-4-1 con i terzini che si comportano come terzini classici e le due ali invertiti come ali classiche larghe.