LIPSIA 2023/24 DI MARCO ROSE

23.12.2023

Introduzione

Le partenze di Joško Gvardiol , Konrad Laimer , Dominik Szoboszlai e Christopher Nkunku non preannunciavano una stagione facile per il Lipsia e il suo allenatore Marco Rose, invece l'ottimo scouting societario e le abilità del tecnico scuola Red Bull hanno reso questo cambiamento soft.


Xaver Schlager, Loïs Openda e Xavi Simons hanno rubato la scena sin da subito. Benjamin Henrichs e David Raum hanno mantenuto bene l'ampiezza essendo gli unici due giocatori fuori dalla vera spina dorsale della squadra.

Xavi Simons è colui che apre la strada come principale fonte di gioco e creatività, ma anche Dani Olmo è stato assolutamente protagonista. I due uomini hanno stretto un bel rapporto con i movimenti intelligenti e le rifiniture di Loïs Openda, che molto spesso è affiancato da un bomber naturale come Benjamin Sesko.

Moduli: 

Base: 4-2-2-2

Possesso: 3-3-2-2

Non possesso: 4-2-4/4-2-2-2

Costruzioni

In questa fase vedremo spesso formarsi un diamante tra il portiere, i due difensori centrali e Kevin Kampl. Quel centrocampista centrale scenderà spesso nella linea di fondo come difensore a tre.

Sviluppo

Il gioco si sviluppa con passaggi diretti in verticale ma mentre la palla si sposta in prossimità della trequarti avversaria, il Lipsia diventa meno propenso ad andare lungo, sfruttando la vicinanza dei trequartisti con gli attaccanti.

Viene data priorità al passaggio della palla verso Xavi Simons, che è eccezionale nel guidarla in avanti. Dopo essersi liberato, cercherà di effettuare passaggi filtranti dietro la difesa avversaria.

I terzini sono molto larghi e correranno fino in fondo al campo per un cross, essendo gli unici giocatori sulle fasce. Raum proverà spesso anche a chiudere lui stesso l'azione.

Finalizzazione

Dato che si tratta dell'RB Leipzig, vale anche la pena notare che molti dei loro gol sono stati segnati in transizione, dove attaccano con velocità ogni volta che ne hanno la possibilità in contropiede, facendo passare rapidamente la palla tra i quattro attaccanti.

Oltre ai cross come detto in precedenza, la finalizzazione avviene anche con scambi di posizione tra Openda e i trequartisti, con il primo bravissimo ad uscire dalle line offensive, mentre l'altro attaccante è un goleador bravissimo e con compiti di attaccare la profondità.

Fase di non possesso e transizioni

I tre uomini offensivi restano alti in pressione al primo portatore di palla, seguiti dai due centrocampisti. Se ciò non riesce la squadra ripiega schierandosi con un 4-2-2-2 o 4-4-2. 

Una volta persa la palla si cerca subito una contropressione offensiva cercando di riconquistarla subito. Una volta recuperata si attacca subito la difesa avversaria.